Quantità di tempo di qualità’

Di solito senti dire che è meglio la qualità di tempo che la quantità di tempo da dedicare ai nostri figli, ma sarà davvero così?

Le tante commissioni del giorno, i lunghi giorni di lavoro e un gran numero di cose da fare riempiono i nostri giorni assicurando che il tempo possibile da condividere con i nostri bambini sia sempre meno, questo sta diventando un grave problema sociale, dove i nostri piccoli vengono cresciuti dai loro nonni, altri familiari o da persone al di fuori della famiglia.

L’accompagnamento dei genitori nella crescita dei bambini è di vitale importanza, perché è ciò che contribuisce a formare degli esseri umani sani sia fisicamente che emotivamente.

I bambini che non ricevono sufficiente tempo dai loro genitori, sono molto più propensi ad essere aggressivi, avere sentimenti di solitudine, insicurezza, noia, mancanza emozionale e scarso rendimento scolastico e anche una grande difficoltà per ricevere e dare amore.

Io sono del parere che non esiste nessuna QUALITÀ se non c’è TEMPO . La qualità è qualcosa che si ottiene con il tempo, ogni bambino è completamente diverso uno dall’altro, non è possibile sapere di che cosa hanno bisogno, se non si dedicata la QUANTITÀ sufficiente di tempo. Qualità non è qualcosa di generico, non possiamo pensare che basti una gita in un bel posto o colmare il bambino di costosissimi regali se non dedichi del tempo per giocare con lui. La qualità dipende da ciò che il bambino ha bisogno.

Lo so che non è semplice perché siamo presi da mille cose, siamo stanchi e non abbiamo abbastanza tempo da dedicare a noi stessi o alla nostra coppia, ma dal momento in cui abbiamo deciso di portare una nuova vita al mondo, quella vita è completamente nostra responsabilità, ed è obbligo nostro dare e fare il meglio per loro.

i bambini che ricevono supporto e la guida corretta dai loro genitori, hanno una maggiore fiducia, un elevato livello di autostima, migliore l’interazione sociale, sicurezza, possibilità di rafforzare i legami affettivi, assimilano rapidamente e facilmente le norme, valori e principi della vita.

Coinvolgete i vostri figli nelle attività domestiche, anche se ancora sono piccoli. ordinare, raccogliere, pulire, cucinare, apparecchiare la tavola ecc. Fate in modo che sia per loro un gioco perché, che ci crediate o no, si divertiranno e si può sfruttare per trascorrere del tempo con i vostri piccoli.img_2914

Se avete del lavoro da sbrigare, potete sempre aspettare che il vostri piccoli si addormentino. Giocate con loro, se no c’è abbastanza tempo per giocare fuori, giocate con i loro giochi a casa, saranno così stanchi che si addormenteranno subito e poi potrete fare il nostro lavoro.

L’ora dei pasti è un buon momento da condividere con i vostri bambini, evitate la televisione e ascoltate i vostri bimbi. Storie, risate, parlate con i vostri figli. Sicuramente arriverà a magiare volentieri e l’ora della cena non sarà più un problema, parlo per esperienza personale!

Essere presente fisicamente non basta. Dobbiamo interagire con loro entrar a far parte del loro mondo, che ci raccontino le loro storie, storie quotidiane, si sentono profondamente amati se vedono un sorriso sul nostro viso, mentre condividono con noi le loro storie quotidiane.

Impariamo a gestire il nostro tempo per loro. il nostri bambini hanno più bisogno di noi in questo periodo della loro vita. “Il miglior regalo per un bambino è una quantità di tempo di qualità ogni giorno.”
Ricordate che siamo lo specchio dove si guarderanno i nostri figli.

Scena del crimine!

Stamattina casa mia è quasi diventata la scena di un crimine… Ma, andiamo per parti!

Io e mio marito eravamo a letto che dormivamo, ieri sera avevamo fatto tardi e ci abbiamo messo niente a prendere sonno!

Sono stata svegliata da un forte rumore, tipo qualcosa in vetro che cade in frantumi, ero sicura che il mobile appeso al muro con delle bottiglie di vino fosse venuto giù! Mobile che mio marito si è inventato con delle casse di vino quando è stato colpito dalla vena da falegname ma no, il mobile era ancora al suo posto come tutto il resto, apparentemente!

 

Ci siamo alzati tutti e due ma stranamente la casa era intatta, le bambine e la loro stanza tutto in ordine , eppure io ero convinta che il rumore fosse venuto dal salotto, quando ci stavamo per arrendere sopratutto per la stanchezza e il sonno mio marito ha notato che nella finestra della cucina, le tapparelle bianche erano rotte! Un buchino rosicato! Macché, abbiamo i topi in casa? Ho valutato un po’ la cosa e mi sembrava troppo strano e troppo in alto per essere un morso di un animale così ho guardato dietro e ho visto subito pezzi di vetro e ho guardato a terra, ugualmente tanti pezzettini di un vetro al quanto leggero!

Una volta alzata la tapparella, eccolo lì, un foro enorme sul vetro, abbiamo appoggiato le mani in faccia in modo di binocolo per guardare fuori ma non c’era nessuno, era ancora buio! Un secondo dopo, PUM!🔫! Un altro sparo, ma lontano!

Ho chiamo la sicurezza del condominio e abbiamo atteso nel mentre cercavo il proiettile per casa, ma sembrava fosse entrato in casa e automaticamente sparito nel nulla!

Mio marito è uscito fuori e ha chiamato la vicina anche lei italiana, una signora che ha per abitudine svegliarsi sempre a quell’ora!
Anche lei aveva sentito i colpi ma non ha visto nulla, in realtà fuori dalla porta del retro c’era una normale quiete! Chi ha sparato, ha sparato da lontano!

La sicurezza e la polizia non arrivavano e questo non è tanto diverso dai film!
Ho richiamato la sicurezza e mi han detto che la polizia stava arrivando e di non toccare nulla finché non arrivava la scientifica!
Troppo tardi! avevo già trovato e “accarezzato” il proiettile, trovato poco prima della telefonata appoggiata gentilmente affianco al mio computer sotto la TV.

 

La polizia ha fatto presenza pochi secondi dopo, un paio di domande, un’occhiata qua e la e via! Il cortile di casa mia è diventata una passerella in divisa, quando finalmente è arrivato CSI:Miami ma non c’era Horatio Caine!
Non vedevo l’ora di poter pulire il pavimento preoccupata per vicky si potesse tagliare camminando! Ma non si poteva toccare nulla!

Ci hanno fatto tantissime domande, hanno fatto foto a tutte l’evidenze e ci hanno chiesto se avevamo avuto problemi con qualcuno, qualche lite o ex fidanzato!? 😱oh mio dio no! Spero che siano state solo domande di routine! Perché chi vorrebbe mai ucciderci? Alla fine le uniche beneficiare del sicuro di vita sono le bambine!

Insomma dopo avermi fatto un film poliziesco in testa ci hanno detto che dato la festività del giorno precedente Martin Luther King Day Le strade di Miami sono diventate un po più agitate del solito nella cerimonia nel memorial- park Miami- dade è avvenuta una sparatoria lasciando 8 feriti dei quali 3 minorenni.

 

Questo giorno come il weekend del Memorial day le strade di Miami no sono le più sicure e a quanto pare nemmeno le case!
La nostra sicurezza del condom aveva visto delle macchine che si inseguivano poco prima della mia chiamata!

Se penso alle conseguenza mi viene la pelle d’oca! Mio marito che a quell’ora si alza quasi sempre per sgranocchiare qualcosa in cucina per fortuna ieri sera abbiamo fatto tardi, mia figlia vicky che è sempre in salotto vicino alla TV o io con aurora in braccio per prepararli da mangiare!

Mi piace pensare che è stato un proiettile deviato che sfortuna ha voluto parcheggiasse nel mio salotto e ringrazio il cielo che la fortuna nella sfortuna ci ha assistito, dovendo solo sostituire un vetro, perché se succedeva il peggio non c’era assolutamente nulla in questo mondo con cui si possa sostituire la famiglia!

Big sister!

Adesso la mia piccola ha 7 meravigliosi mesi ma da quando era ancora nella pancia avevo paura di una futura rivalità fra sorelle!

Ogni genitore ha aspettative per quanto riguarda i loro bambini, come pure gli aspetti che causano emozioni diverse. Ad esempio, mi emoziona molto vedere le mie bambine giocare insieme è bello, vedere come interagiscono fra di loro anche se con età diverse! Anche voi Probabilmente sentite pace e soddisfazione vedendo i vostri figli condividere le cose, giocare in armonia o semplicemente guardare la televisione insieme. Forse per me è ancora presto per parlare di rivalità ma è un male molto comune fra fratelli e ignorarlo no è la soluzione

 

L’arrivo di un nuovo bambino alla famiglia può causare un sacco di cambiamenti improvvisi nella vita famigliare. Fin da quando il bambino è nella pancia i genitori dedicano molto tempo ed energia ai preparativi per il lieto evento. E, dopo ” la consegna” la maggior parte dell’attenzione della famiglia si concentrerà sul soddisfare i bisogni fondamentali del neonato.

Tutti questi cambiamenti possono essere difficili da affrontare per il fratello maggiore. Non si tratta di qualcosa di insolito che fratelli accumulino risentimento contro il neonato per averli spostati dal centro dell’attenzione, usurpando il posto centrale nella vita famigliare, e che reagiscono ad un “cataclisma” simile comportandosi male!

È possibile adottare alcune misure per aiutare vostro figlio ad affrontare il meglio possibile tutti questi cambiamenti.
Consiglio a quelle mamme che sono ancora in attesa del piccoletto di spiegate la gravidanza a vostro figlio maggiore in un linguaggio più comprensibile e che abbia un senso per lui. Prendete la sua mano e inseritela nella cura del neonato, fateli partecipe in ogni momento parlate tanto con loro e spigateli l’importanza che ha il fratello o la sorella maggiore, fateli sentire importati e che hanno un grande ruolo nella crescita del nuovo arrivato!

Far crescere l’amore e il senso di protezione del fratello più grande verso quello più piccolo fin dalla pancia può rendere più facile il processo di transizione per tutta la famiglia, senza mai dimenticarci che loro sono ancora dei bambini!

È probabile che tuo figlio risponda in molti modi diversi: a volte sarà affascinato, geloso, disinteressato, curioso o appeso a tuo collo! Il tuo comportamento dipenderà in parte del suo temperamento. I bambini che sono più flessibili, si adattano forse più facilmente e rapidamente rispetto ai bambini che hanno bisogno di tempo per abituarsi ai cambiamenti preferendo la routine.

Il vostro primogenito con l’arrivo del bambino può iniziare a sfidare te stesso o tornare ad un comportamento più infantile (ad esempio, è possibile che inizi svegliarsi durante la notte o a piangere senza motivo) come è successo a Victoria che si svegliava la sera per spostarsi santuariamente nel nostro letto, per fortuna lei ha iniziato a tirare la attenzione verso di lei solo i primi mesi quando allattavo o cambiavo il pannolino!

Adesso mi sento Molto soddisfatta e felice del suo comportamento e accettazione del suo nuovo ruolo come la sorella maggiore! Vicky è una bambina molto dolce di carattere e vedere come tratta come amore la sua sorellina mi rende felice si preoccupa per lei e non vuole vederla piangere fa silenzio quando dorme e CONDIVIDE le sue cose anche se ad Aurora interessa solo metterli in bocca! Per me è un grande traguardo

Comportamento prosociale della condivisione…

Insegnare ai figli a “dividere” attenzioni, privilegi, spazi con il fratello, non limitandosi a impartire l’ordine di “fare a metà” è importante. Ogni figlio è unico, far sentire ogni figlio in qualche modo speciale, ha lo scopo di non far nascere sentimenti di ostilità. Ogni bambino deve sviluppare la sensazione di essere amato per quello che è!
È primordiale non fare mai e in nessun caso paragoni mortificando il bambino che viene sgridato e gli suggeriscono il più cattivo tra i pensieri cattivi: vogliono più bene a mio fratello che a me!

Ogni figlio è un miracolo Unico, impossibile da ripetere!

image

… 2016.

Il 2016 vive nel cassetto delle cose importanti e insieme al 2013 è l’anno che mi porto nel cuore. Indelebile per tutto quello che mi ha portato, indelebile per tutto quello che mi ha lasciato!

image

Ricordo ancora il capodanno del 2016 che come tradizione abbiamo scritto i propositi per il nuovo anno e poi abbiamo bruciato il pezzo di carta! Una grande soddisfazione vedere come ogni cosa si e realizzata, sono sempre positiva con l’arrivo di un nuovo anno ma il 2016 mi ha sorpreso!

image.jpeg

L’arrivo della Bomby non è stato premeditato, non era il momento non l’abbiamo cercata ma appena ha fatto un segno di presenza l’abbiamo subito voluta, desiderata tanto come se la stessimo cercando da tempo.

image.jpeg
Io dico sempre che non esiste il momento giusto per avere una famiglia! Aspettare di avere tutte le “condizioni” per avere un figlio non serve perché il momento può essere giusto adesso ma non più domani!

Quando ho fatto il test di gravidanza di vicky il mio rapporto con mio marito era appena iniziato così per dire!

Victoria ha iniziato a crescere nella
mia pancia in un momento apparentemente perfetto! Avevamo una casa di proprietà, delle attività producenti è un progetto nuovo avviato eravamo quello che si dice economicamente stabili quindi l’arrivo di un bambino non era un problema poi però le cose sono cambiate quando Victoria è nata piano piano, il momento diventava sempre meno giusto. E ci siamo ritrovati nel giro di un anno senza stabilità alcuna a cercare fortuna dall’altra parte del mondo!

Quando dico che non esiste il momento giusto per far crescere la famiglia è perché sono del parere che per avere un figlio basta “desiderarlo” quando abbiamo concepito Aurora il momento non poteva essere meno giusto ma poco poco le cose iniziavano a migliore e insieme al suo arrivo è arrivata anche la stabilità che ci mancava portando con se più gioia e amore alla nostra famiglia!

image

Il 2016 è stato un anno bisestile e anche se sul personale l’ho trovato fantastico mondialmente purtroppo non si può dire che sia iniziato con la Bandiera di pace! vari attentati terroristi, kamikaze dell’ISIS hanno portato il terrore nelle nostre case sin dall’inizio dell’anno, sperimenti nucleari hanno creato tanta perplessità nel mondo insieme a varie epidemie e catastrofi naturali che hanno colpito il mondo.

Cogliete questo umile consiglio, affrontate questa cambiante vita, abbracciate i regali che la vita vi dona, non sprecatela cercando una felicità che non sembra arrivare non sprecate la vita cercando l’occasione giusta, rischiate, buttatevi a capofitto. La vita è un breve passaggio Vivetela pienamente!

Grazie, grazie alla vita e grazie al 2016!

Il 2016 mi ha donato più di quanto mi aspettavo! Più di quanto ho chiesto!
Ho iniziato a formar parte da un nuovo progetto With me All day è quello che cercavo per poter lavorare senza togliere del tempo alle mie figlie e a mio marito!
With me! Offers all day
Ho conosciuto persone nuove, siamo diventati legalmente e completamente parte di questa società, ho fatto anni di matrimonio, ho conosciuto posti nuovi e imparato cose nuove.

image

Sono invecchiata di un anno e ho visto il mio primo capello bianco,ho aumentato la collezione di tatuaggi

image

ho fatto la tinta per la prima volta in vita mia ma sopratutto ho visto le mie figlie crescere.

image

Ho anche sofferto qualche volta e ricevuto grandi delusioni ma ho anche sorriso e ho anche riabbracciato vecchie amicizie consolidando ancora tanti anni di complicità! Ho conosciuto qualche celebrità

image

Sono stata felice e mi sono divertita molto.

Questo 2016 è stato definitivamente un buon anno per me l’ho salutato in famiglia colma di felicità e salute dando passo al 2017 che spero sia altrettanto bello e soddisfacente come l’anno passato se non di più!

image

 

Buon 2017 a tutti!

A New York

Ho deciso di scrivere in quattro righe quello che è stata la mia piccola vacanza nella grande mela. Dando qualche consiglio ma solamente legato a quello che è stata la mia esperienza non sono una esperta newyorkese, mi piacerebbe molto ma purtroppo sono solo miamense, però credo che i consigli siano sempre ben accetti e più informazione non guasta mai!

Vi dico che è stata una vacanza lampo quindi avevo a mia disposizione solamente 3 giorni per conoscere il più possibile e tornare a casa soddisfatta. Da molto tempo sognavo con visitare New York preferibilmente sotto il periodo natalizio l’attesa ne è valsa la pena! Il mio sogno si è avverato con 100 e lode. imageimage

Non datemi dell’egoista, cattiva madre e tanti altri insulti se vi dico che è stato bellissimo stare io e mio marito da soli per un weekend. Le bambine mi sono mancate tantissimo ma da molto tempo non passavamo del tempo da soli. Così senza preamboli abbiamo “mollato” le piccole con la nonna e siamo corsi via.

Siamo arrivati un venerdì alle 11 e confrontare i 3 anni di palme sole e i 30 gradi di Miami con i 10 di New York è stato per un attimo uno shock. Ormai poco abituati a temperature così basse siamo corsi a comprare abbigliamento adatto! (Una piccola giustificazione per fare shopping)

image

A Manhattan è possibile trovare veramente di tutto, dal vintage, alla elettronica più tecnologica, fino ai marchi di moda più prestigiosi, dalla 5th Avenue a Chinatown è possibile veramente trovare l’immaginabile

In realtà noi non avevamo intenzione di fare shopping dato che a Miami si compra molto bene ma … Vuoi non entrare in un negozio qualsiasi a newyork e uscire con una busta?

Se venite dall’Italia a visitare New York o qualsiasi altra città americana magari per la prima volta ricordate che Negli Stati Uniti l’IVA non è inclusa ad esempio a Miami si aggiunge un “imposta sulle vendite” del 7% sugli articoli acquistati, imposta che non è segnata sul cartellino del prezzo o sul menù. La tassa verrà aggiunta al prezzo nel conto finale alla cassa. L’IVA è diverso per ogni stato. Ad eccezione della benzina, Alcol, sigarette, medicinali, pasti al ristorante, abbigliamento, elettronica, gioielli, e molti altri articoli, sono soggetti ad una tassa da aggiungere al prezzo alla fine. Tenetelo presente!

image

Fuori dall’aeroporto c’era una fila gialla infinita di taxi, avevo messo nel mio itinerario fermare un taxi a New York e fare un giro, secondo me è una dell’esperienze da fare ma per una distanza così lunga mi sono affidata al mio grande amico Californiano UBER per chi non lo sa
Uber è un’azienda che fornisce un servizio di trasporto automobilistico privato attraverso un’applicazione software mobile che mette in collegamento diretto passeggeri e autisti.

Le auto possono essere prenotate usando l’applicazione mobile, tramite la quale i clienti possono inoltre tenere traccia in tempo reale della posizione dell’auto prenotata. Il costo è molto meno rispetto ad un taxi normale, il pagamento, inoltre, non è effettuato direttamente tra il conducente e il cliente, ma direttamente tra quest’ultimo e Uber, attraverso una carta di credito

Il prezzo varia in base al servizio offerto. Uber mette a disposizione opzioni diverse, corrispondenti a diverse fasce di qualità del servizio:
* UberX – L’opzione low cost di Uber, la corsa è effettuata su un’utilitaria.
* UberSUV – L’autista sarà a bordo di un SUV.
* UberXL – L’autista sarà a bordo di un’auto con 6 o più posti.
* UberLUX – La corsa avviene attraverso un’auto elegante e costosa

Con l’opzione UberPool si può risparmiare fino al 40% L’idea è quella di condividere i costi della corsa con qualcuno che deve effettuare un percorso simile

A New York I servizi pubblici funzionano molto bene e con la metropolitana si può arrivare ovunque, dicono che sia anche molto semplice da usare e immagino che chi viene da Milano o Roma abituati a usare la metropolitana quella di New York sia una passeggiata noi abbiamo preferito camminare, abbiamo camminato moltissimo e quando le nostre gambe si rifiutavano abbiamo usato Uber (l’app è gratis) anche se devo dire che il traffico a Manhattan è infernale!

image

Il primo giorno ancora di pomeriggio siamo arrivati a Time Square, il delirio, grattacieli altissimi, mega schermi e cartelloni pubblicitari. Molto divertente e molto bello da vedere! Non tanto diverso dalla strip de Las Vegas!
Ma io volevo vedere i punti turistici il prima possibile per poter godere della vera città apprezzare le sue bellezze e delle sue costruzioni. Perché dopo 3 anni a base di cartongesso vedere una struttura del 900 è stato come un salto nel passato!

image

Per quanto riguardano le attrazioni andate a vedere https://www.newyorkpass.com/It/
Noi non l’abbiamo fatto perché per così pochi giorni mi sembrava inutile. Alla fine avevamo intenzioni di visitare solo l’Empire State Building.image

Per chi vuole visitarlo e immagino che valga anche per il resto delle attrazioni come La statua della libertà e dovete fare la coda vi consiglio di alzarvi molto presto così troverete una fila molto ridotta paragonata alla fila immensa del pomeriggio.

Noi alle 8 eravamo dentro l’Empire comprando i biglietti. Hai due opzioni, visitare solo il piano 86 o l’86 e il 102 noi ci siamo fatti fregare dalla curiosità ma in realtà la vera bellezza sta nel piano 86. Risparmiate quei $20 il piano 102 è solo un po più alto e ad una altezza come quella un piano in più o in meno non fa differenza!image

Mangiare a New York non è un problema! per scaldarci andavamo avanti a base di beveroni da starbucks che c’è uno in ogni angolo, chioschi che vendono di tutto i hotdog a un dollaro e pretzels,” gli infiniti fast food e ci sono altrettanti ristoranti

image

Anche se non avevamo molto tempo Non potevamo andarcene senza camminare sul ponte di Brooklyn! image

Abbiamo deciso di andare fino a Dumbo Brooklyn per percorre il ponte da Brooklyn a Manhattan e non il contrario altrimenti ci lasciavamo i grattacieli alle spalle ed è un peccato. Alla fine abbiamo fatto bene Dumbo è bellissima e si può vedere completamente il ponte dal parco. image

Usciti dal ponte mio marito ha voluto visitare Lo One World Trade Center, anche noto non ufficialmente come Freedom Tower. Non ero molto entusiasta si visitare la National September 11 Memorial & Museum a dire la verità mi sono sempre commossa troppo sotto quella data, e avvicinarmi li è stato molto triste, appena ho appoggiato le mani ho guardato giù ci sono due “fontane” al posto delle torri e intorno a queste i nomi dei defunti forse è stato un caso ma il primo nome che mi è capitato di leggere era di un italiano, ho sentito una forte pressione sul petto e non riuscivo a contenere le lacrime come una bambina o come una pazza dipendendo dai punti di vista. Chiudevo gli occhi potevo sentire nella mia mente e nel mio cuore il panico e il dolore. Siamo andati via subito mentre mio marito diceva che era stata una cattiva idea andare lì. Siamo andati via ma non prima di vedere come Molti si avvicinavano e facevano il segno della croce mentre altri si facevano le foto sorridenti e addirittura saltellanti! Che cosa c’è da sorridere e di divertente io non lo so!

Abbiamo visitato la New York public library,image

Grand central terminal,

image

America Museum of natural history,image

central park image

rockefeller center image

flatiron building image

bryant park image

In ognuno di questi posti mi sentivo in un film o in qualche puntata di Gossip Girl, How I Met Your Mother o Sex and The City

Una esperienza unica che mi scalda il cuore!

Il resto delle attrazioni e i posti da visitare per mancanza di tempo le abbiamo lasciate per il prossimo viaggio magari in primavera con le bambine. Anche se mi sarebbe piaciuto molto pattinare sul ghiaccio nella pista del Bryant park andare in bici per central park vedere qualche spettacolo a Broadway prendere il traghetto fino alla statua della libertà visitare intrepid sea-air-space mangiare alla little Italy salire su qualche giostra a Coney Island, fammi una foto davanti la casa di Carry e visitare lo zoo di central park! La mia mini vacanza è stata perfetta!

Ma conto con che lo farete voi per me!

 

 

 

 

Black Friday!

Che cos’è il Black Friday?
Il Black Friday (venerdì nero) a Miami e in tutti gli Stati Uniti è come una campagna di Shopping natalizio che si svolge il quarto venerdì di novembre, il venerdì successivo al giorno del ringraziamento. In questo giorno i grandi magazzini e negozi mostrano la loro nuova collezione di Natale con buoni sconti e offerte.

Magari alcuni di voi si troverà nei paraggi o in qualche altra città degli Stati Uniti questo 25 novembre e come parte delle vostre vacanze volete provare l’euforia del Black Friday magari per la prima volta. Se è così raccontatemi qui la vostra esperienza nei commenti qui sotto!

In Italia purtroppo si limita quasi esclusivamente alle promozioni web, così ho deciso di darvi qualche consiglio e un po più d’informazione sopratutto per chi non conosce questa popolare “festa” Americana!

Perché si chiama venerdì NERO?
Per alcuni l’espressione Black Friday deriverebbe dal pesante e congestionato traffico stradale che c’è quel giorno mentre per altri si fa riferimento alle annotazioni sui libri contabili dei commercianti che passavano dal colore rosso (perdite) al colore nero (guadagni)

Le grandi catene fanno eccezionali promozioni è per questo motivo che tra le persone che fanno shopping in occasione del Black Friday una buona parte trascorre la notte fuori dal negozio in cui vuole fare acquisti aspettando l’apertura delle porte. (Tipo l’uscita del nuovo iPhone)

Io ritengo che anche questo sia un buon motivo per chiamarlo venerdì nero e senza parlare della lunga e infinita coda.

Nel 2013 negli Stati Uniti sono stati spesi 57,4 miliardi di dollari in un solo giorno da più di ottanta milioni di persone è come se l’intera popolazione della Germania fosse andata a fare shopping nello stesso giorno.

Parlando di fila infinita. I tifosi dei concerti, dei festival e le anteprime dei film sapete di cosa sto parlando. Le code sono parte della vostra vita come le fragole ricoperte di cioccolato  lo sono per me, ma forse non siete consapevoli che ci sono altri individui disposti a passare attraverso la stessa sofferenza della lunga attesa, ma in questo caso per acquistare un articolo.

Come quelle due donne californiane che sono state abbastanza coraggiose da dormire per strada venti-due giorni! Prima dell’arrivo del venerdì nero. Apparentemente, la loro intenzione era di comprare una TV a buon prezzo da Best Buy. Questo è il paese del consumo non allarmavi per quello che vi racconterò!

E quell’altra signora che arrivò ad un Walmart nel 2011. Determinata a “imbrogliare” per ottenere una Xbox? Ha spruzzato ad altri clienti uno spray al pepe. Anche se l’aggressore l’ha fatta franca e ha abbandonato il locale senza essere vista, il senso di colpa ha potuto sulla sua coscienza e, il giorno dopo, ha deciso di consegnarsi alle autorità. Roba da matti!

I combattimenti sono all’ordine del giorno nel Black Friday, i pugni, gli scontri con le autorità e le prese per capelli sono fissi in questo giorno.

Fa ridere sentire i racconti i giorni successivi o guardare i video delle liti su YouTube, guardate anche voi, così vi fate un’idea. Chaos black-Friday Per molti come ricordo di quel giorno rimangono alcuni insulti o lividi, ma felici con i loro nuovi acquisti scontati appesi da qualche parte in casa ma tristemente ad alcuni il Black Friday ha causato anche la MORTE. Non esagero! È come quando si dice “morirei per avere quelle scarpe”

Sono sette le vittime che hanno perso la vita il giorno degli acquisti globali. Incredibile ma vero! Una di queste tragedie ha colpito un uomo che è svenuto per terra, morto dopo essere stato calpestato dal resto dei consumatori.

Nessuno con due dita di fronte sarà entusiasta di finire nelle notizie di una rete televisiva per partecipare in qualche aneddoto vergognoso riguardante il venerdì nero.

Ricordatevi di fare i vostri acquisti guidandovi dal cervello e lasciando gli impulsi alimentati dalla pubblicità da parte. Non c’è scritto da nessuna parte che se c’è un’offerta dobbiamo per forza comprare. Non stai risparmiando se quello che compri non ti serve veramente. E vale sia per il caos nei negozi fisici che per quelli online. Se siete estati colpito dalla curiosità e l’interesse per questo avvenimento, vi darò qualche suggerimento per approfittare al massimo il Venerdì Nero!

1. Planning: prima di fare shopping avere molto chiaro che tipo di prodotti si desidera acquistare e avere un elenco dei centri commerciali dove si vuole andare a comprare durante il venerdì nero. In questo modo, è possibile preparare un percorso attraverso i diversi negozi e sfruttare al massimo il vostro tempo.

2. Alzarsi presto: alzarsi presto per fare shopping. Il venerdì nero può essere pazzo, perché tutti si dirigono a fare compere il che rende i prodotti rapidamente esauriti. Perdendo così la possibilità di acquistare quei prodotti che desiderate. Per questa ragione è importante la sveglia. Inoltre, molti centri commerciali offrono sconti speciali per i clienti che vengono ad acquistare per primi.

3. Scarpe comode: sembra scontato ma non tutti ci pensano, indossare scarpe comode è piu importante di quanto non sembra, dal momento che lo shopping può essere faticoso se non si va con una calzatura comoda. Pertanto, se si vuole sopportare un’intera giornata di shopping è importante andare con una scarpa che non danneggia i piedi.

4. Portare panini: non sprecate troppo tempo a pranzo, vi consiglio di prendere un panino o andare a mangiare in un luogo dove si fa fast food non sprecare troppo tempo sul cibo durante il venerdì nero.

Ma più di tutti io vi consiglio di acquistare su internet.

L’acquisto su Internet è veloce, semplice, molto comodo e, in molti casi, più conveniente che in un negozio fisico, dove si possono trovare offerte sulle offerte. Inoltre, le imprese stanno eliminando o riducendo significativamente i costi di spedizione, quindi l’aumento del prezzo di vendita può essere minimo o nullo.

L’indiscusso leader del venerdì nero è il gigante dello shopping Amazon, e eBay, con sconti fino al 60% potete provare aliexpress, con offerte fino al 70%. Nel settore della moda evidenzia ASOS, che già si riscalda i motori per il venerdì nero con articoli già disponibili al 70%. Privalia e zalando, il marchio britannico di solito offre sconti del 20%.

Il Black Friday è solitamente seguito dal cyber-Monday il primo lunedì successivo, caratterizzato da grandi sconti relativi a prodotti di elettronica in sostanza rappresenta la risposta dell’e-commerce al venerdì nero ed è caratterizzato da una massiccia offerta di ribassi esclusivamente online

Ma ribadisco su fatto di non perdere la testa!
è una raccomandazione che non potete perdere di vista. È importate che la pioggia di grandi sconti non vi sfugga dalle mani ma sopratutto dalla tasca è molto importante impostare un budget massimo prima di effettuare qualsiasi acquisto. E se questa previsione di spesa è aggiunta a un elenco degli elementi che vogliamo acquisire e sono veramente necessari solo in quel caso il risultato sarà indubbiamente soddisfacente.

Perché Trump?

Da residente in America provo a spiegarvi perchè ha vinto Trump

Tutti danno per scontato che il razzismo e la xenofobia siano i sentimenti che muovono i sostenitori di Trump. Quando il rifiuto degli accordi di libero commercio e l’impoverimento della classe media sono fatti più rilevanti.

Vivendo in America non posso non sentire l’aria che tira a riguardo e l’immensa polemica che esiste su questo argomento, non si può far ameno di prendere una posizione anche per chi non vota, perché qui sembra che ormai non si parli d’altro, esistono constanti manifestazioni in diversi stati, escono notizie vere e altre non tanto, molta gente scontenta e altri fiduciosi che il sogno americano sia possibile di nuovo! È proprio per tutto questo che hanno battezzato gli Stati (dis)Uniti d’America perché anche all’interno delle famiglia esistono pareri discordanti! Ma la vera domanda alla quale non tutti sanno dare una risposta è perché Trump?
Il vero concetto del partito repubblicano è che non si può continuare nella situazione in cui il governo si è messo da solo, perché è di massima importanza riprendere il controllo della frontiera e far rispettare la legge, per molti il nuovo presidente eletto è un “mano dura dal cuore grande”.

Non si pensa che nel nuovo governo di Trump ci sarà un cambiamento così drastico come “cacciare via” 11 milioni di emigranti illegali che ci sono nel paese, come lo stesso Trump ha suggerito, quello che si dice è che i criminali e le persone che danneggiano il paese torneranno da dove sono venuti. A favore del magnate si pensa anche che è un negoziatore. Che sa come portar a termine una negoziazione. Conosce l’importanza di lanciare una proposta iniziale che non è quella che si porterà a termine. E il fatto che sia newyorkese lo giustifica un po’ perché loro parlano così!

Molti statunitensi, credo io, vogliono che Trump esegua i cambi che ha promesso. Non difendo Trump e tutto ciò che ha detto, però credo che in questa campagna elettorale si abbia discusso su qualcosa più grande di Trump o Hillary. Si è discusso sul futuro degli Stati Uniti d’America.

Poco prima dell’elezione di questo 8 novembre guardavo la TV mentre intervistavano una sostenitrice del partito repubblicano
“Credo che sia qualcosa di nuovo e noi ne abbiamo bisogno e siamo stanchi della stessa vecchia e noiosa politica.”

I sondaggi che hanno realizzato i media locali per le elezioni rivelano due caratteristiche del signore Trump che hanno accattivato i votanti: che è un “outsider”, non è un politico tradizionale e che dice le cose chiare senza “peli sulla lingua” Trump è riuscito a creare un movimento politico mai visto prima in un’interna repubblicana, l’hanno votato tutte le fazioni del partito, dagli ultraconservatori agli evangelisti.

Si diceva che se Trump avesse vinto i 29 punti elettorali dello stato della Florida sarebbe diventato praticamente il vincitore. Non credevo ai miei occhi quando ho visto nella mappa degli Stati Uniti proiettata in TV, che la Florida si tingeva di rosso (colore che rappresenta i repubblicani, blu per i democratici) anche perché dopo i suoi “insulti” verso i latini, ero convinta, come la maggior parte delle persone, che almeno New York, California, Nevada e Florida avrebbe votato la Clinton invece la Florida è stata una sorpresa che nessuno si aspettava.

Tuttavia la maggior parte delle persone non a favore del nuovo presidente eletto non riesce a spiegarsi come sia stata possibile la sua vittoria, convinti che i suoi votanti siano stupidi e razzisti, sembra radicale, ma è il pensiero principale che muove i protestanti. Ma gli analisti dicono che siano i cambi politici promessi, come cambi demografici e sociali ma sopratutto la sua personalità e la sua attitudine contundente, il fatto che sia un vincitore e che si sia fatto da se, questo alla gente piace, gli dà speranza.

Trump è un uomo d’affari! Anche questo è una grande motivazione per chi vota per lui. Trump ha finanziato la su campagna elettorale da solo. Non aveva bisogno di candidarsi per soldi ne per fama né per il potere, perchè lui ha già tutto questo.

Per molti votanti arrabbiati, la Clinton era il rostro della crisi politica e Donald Trump è riuscito a convincere abbastanza votanti, di sufficienti Stati, che lui era la soluzione e per quanto la democratica recitasse costantemente il suo curriculum come first lady, come senatrice e come segretaria di stato durante la campagna elettorale più feroce della storia del paese, molti votanti scontenti e sostenitori di Trump hanno visto in tutto questo qualcosa di negativo.

E’ da tanto che la rappresentante democratica soffre di un problema di sfiducia che si trasforma in una problematica di autenticità e l’immensa ricchezza che la famiglia Clinton ha accumulato, dopo che hanno lasciato la casa bianca, non ha aiutato per niente la sua immagine.

Ma perchè Trump?
Perchè “Stronger Together” (insieme siamo più forti) non è mai stato più energico che “Make America great again” (Rendiamo gli Stati Uniti grandi di nuovo).