Oggi è meglio di domani!

image

È importante e conveniente per i bambini imparare contemporaneamente più di una lingua!? ASSOLUTAMENTE SI
ma non nego che più di una volta io stessa ho avuto i mie dubbi, ho iniziato a preoccuparmi quando vedevo altri bambini dominare una lingua molto meglio con un lessico molto più pulito riguardo a mia figlia maggiore, si intende. Dopotutto sta imparando tre lingue contemporaneamente. Avevo preso in considerazione iniziare a comunicare con lei in una lingua sola e aspettare che imparasse bene a leggere e scrivere per iniziare a studiare un’altra lingua, poi ho preferito informarmi bene sull’argomento prima di prendere decisioni definitive. Perché la lingua madre si impara già alla nascita o addirittura in utero e le mie Figlie hanno più di una madre lingua ed è fondamentale nel loro caso conoscere entrambe per poter comunicare. In italiano con la loro famiglia paterna e in spagnolo con la mia famiglia, nonni e zii di nazionalità diverse che fanno parte della loro vita e poi c’è l’inglese non meno importante anzi è la lingua fondamentale per lo sviluppo e crescita sociale.
Non è necessario che un bambino sia un genio perchè diventi bilingue o multilingue . Ci sono più persone bilingue (capacità di parlare due lingue) al mondo di quanto ne esistano monolingue( capacità di parlare una sola lingua) semplicemente la persona o in questo caso il bambino deve essere esposto alla lingua o alle lingue che impareranno. Ad esempio: noi viviamo a Miami per lo più si parla inglese e lo spagnolo per la grossa influenza latinoamericana, mia figlia di 3 anni sa distinguere in che lingua rispondere ad un saluto, sa che la “nonna” è quella paterna e che ” abuela” è mia madre. Noi a casa parliamo solo italiano perché se non lo impara con noi una volta iniziata la scuola l’italiano lo perde! Lo spagnolo lo pratica con la mia famiglia qui e ogni tanto con me. l’inglese sembra essere la sua lingua prediletta, la sento giocare con le bambole in inglese conosce tutte le canzoni possibili da Happy Birthday a Numbers Rhymes. Diciamo che è autodidatta e per rivolsi a noi usa solo l’italiano a meno che io non li domando in un altra lingua!
_vicky, come si dice mela in inglese?
_apple.
_e come si dice Apple in spagnolo?
_manzana.
Il cervello dei bambini è estremamente malleabile. Il cervello si sviluppa, si adatta e non smette mai di imparare dalla nascita alla vecchiaia è un muscolo che ha bisogno di allenamento constante, imparare diverse lingue non può che essere un vantaggio. Sfatiamo un mito: i bambini esposti a più di una lingua crescono confusi o meno intelligenti. Imparare e parlare due o più lingue è uno dei modi migliori per tenere in allenamento il cervello aiutando ad una migliore funzione anche in futuro! Imparare un’altra lingua non basta è importante impararla ma sopratutto usarla regolarmente. Perché le mie oggi bambine un giorno saranno giovane adulte e usare una seconda lingua renderà la loro mente più agile e flessibile. Avranno vantaggi dal punto di vista sociale, aiuterà il loro cervello a mantenersi in salute man mano che invecchia. Farà di loro delle persone multiculturali e senza disprezzare i ritorni monetari associati al bilinguismo o al multilinguismo, dando più opportunità lavorative.
Anche se i vostri figli non hanno due o Più lingua madre come le mie figlie è un bene per loro imparare un’altra lingua lo stesso e mantenerla nel tempo. Se si vuole ottenere un risultato naturale con l’approccio linguistico prima è, meglio è. Alla nascita è meglio che a 3 anni e a 3 anni è meglio che quando hanno imparato a leggere e a scrivere Insomma, oggi è meglio di domani. Fidatevi dell’imperatore Carlo Magno…
“Conoscere un’altra lingua significa avere una seconda anima”.

Lacrime in tasca!

Non so se è stato il risultato dei bicchieri di vino rosé che ho bevuto stasera ma mi sono ritrovata all’una meno dieci a scrivere, mentre ascoltavo per la seconda volta A Thousand Years !!
mentre le bambine sono a letto gia da un pezzo, la casa è in silenzio.
Mio marito lavora fino a tardi il venerdì ed io me la passo nelle faccende di casa … ho fatto il bucato e avendo parecchi vestiti delle piccole da piegare, mi sono seduta comoda, ho appoggiato affianco a me il pc e ho attivato la compilation da ˆˆ lacrime in tasca ˆˆ per aiutarmi ad alleggerire l’odioso compito. Ovviamente non avevo intenzione di spremere le lacrime ma quelle facilone salate hanno iniziato ad uscire come se qualcuno le stesse spingendo fuori … cosi mentre piangevo e piegavo, piegavo e piangevo, ho voluto scrivere … perché in tutto questo pensavo anche. Mi sono sfiorati dei ricordi, sono tornata in certi momenti del passato, momenti belli e altri non tanto , ho rivissuto periodi vecchi e rivisto alcuni archiviati di recente… ho pensato alla vita in generale … ho pensato alla mia vita. Me ne sono accorta che quelle libertine salate stavano alleggerendo il mio cuore … se avessi avuto uno spettatore che mi puntasse gli occhi addosso probabilmente avrebbe pensato che era una scena deprimete e magari si sarebbe messo al mio fianco con un fazzoletto anche di carta pensando quanto triste e disperata ero … ma la realtà è che anche se la mia vita non è sempre stata rosa e fiori ad oggi non trovo un solo motivo per il quale versare lacrime tristi … in passato ho pianto di dolore e ho anche singhiozzato quanto bastava ed è servito al suo scopo, oggi piango per ingrandire il cuore, piango con un sorriso sulle labbra, piango di allegria e gioia, piango per dire grazie a tutte le cose belle e buone che la vita mi regala … perché anche se la vita è sempre una sfida è proprio quello il bello. Il sacrificio per ottenere ciò che vogliamo e quando ci riusciamo la gioia vale il doppio … col passare del tempo ho capito che non esiste la ricerca della felicità … che cercando qualcosa che nn esiste possiamo sprecare la vita, pero so per certo che esistono momenti felici e sono proprio di quelli che dobbiamo riempirci. Fare in modo che ogni giorni concludiamo la giornata con un momento che merita di essere ricordato, che merita di essere messo da parte con cura nel nostro cuore che merita di essere pianto con qualche bella canzone di sottofondo cosi avremo un cuore pieno di felicità quando arriverà la fine!

Il bagnetto!

Oggi parliamo del bagnetto!
Ricordo che Victoria adorava farsi il bagno, si rilassava proprio, mentre e dopo la doccia. Ancora oggi è (doccia dipendente) probabilmente per il suo essere cosi schizzinosa, non va a letto se non si fa una doccia o un bagno anche se il bagno è più una scusa per riempire la vasca di giochi
– mamma doccia!?img_2190

Sento questa frase anche tre volte al giorno finché finalmente sta mezzora in bagno … bene, adesso parliamo di neonati … Il bagnetto del neonato può aiutare a creare il legame madre-figlio… io in realtà provo una grossa frustrazione, se questo dovesse essere l’unico modo per legare con Aurora credo che chiederà l’emancipazione ai 15 anni… ovviamente sto sdrammatizzando ma passare da una figlia ossessionata con l’acqua ad un altra terrorizzata mi sembra Le Comiche di Neri Parenti.
Esempio, oggi vicky ha finito la sua interminabile vasca ho tirato su le maniche ho respirato profondo ho bevuto 4 tè alla camomilla ho messo un cd con diversi suoni come i temporali, il rumore del mare, il suono delle cascate, il canto degli uccelli o altri animali. ecc ecc ecc . (scherzo) ho preso in braccio bomby, appena ha sentito la prima goccia ha iniziato a strillare come un piccolo insetto barcaiolo e meno male che uso un prodotto arricchito con lavanda e camomilla e profumi naturali per il relax lenitivo l’acqua è sempre al di sotto dei 49° circa ma niente…mentre la tiravo fuori dopo un bagno alla ‘’flash’’ si avvicina victoria
– perché urla aurora?
– no le piace l’acqua amore
– non piace la piscinaaaaa?.

IMG_6913.JPG

Ad Aurora non piace l’acqua ma io adoro l’effetto che questa causa in lei dopo quel secondo di sofferenza, il bagno glielo faccio la sera una volta ogni 3 giorni e quel giorno diventa una specie di rituale per facilitare la nanna.
Voi che ne pensate? qualche consiglio basato sulla vostra esperienza? Vorrei risolvere il problema prima che per sbaglio i vicini mi mandino i servici sociali… un grosso abbraccio, a presto!!

Comportamento prosociale della condivisione…

Ierisera  eravamo a cena con dei nostri amici, anche loro con dei bambini della età di Victoria. Devo ammettere di essere rimasta spiazzata quando dopo tanti pianti, urli e capricci chiedo per l’ennesima volta a vicky di prestare i palloncini a i suoi amichetti e mi ha risposto
– no, è mio.
In quel momento mi sono sentita una madre pessima , completamente fallita. Forse sono troppo dura con me stessa o forse pretendo troppo da lei che ha appena 3 anni ma un bambino che è in grado di condividere i suoi giocattoli con gli altri è destinato a diventare un adulto generoso.
GENEROSITÀ: Nobiltà d’animo che si manifesta soprattutto come altruismo, disinteresse, prontezza al sacrificio e al perdono.
Queste son tutte qualità importanti che faranno delle mie figlie degli essere umani migliori, lo sviluppo di buone abilità “sociali” influisce anche sul benessere futuro del piccolo, riuscendo a predire il suo successo scolastico e lavorativo.
quello che i nostri figli faranno , quello che diventeranno da adulti dipende in gran parte da noi e assolutamente dall’educazione che imparano da noi. Quando decidiamo di avere un figlio stiamo decidendo di prenderci la responsabilità più grande e importante del mondo. Essere bravi genitori non è dare illimitatamente tutto ai nostri figli… loro devono capire che Il senso della vita è guadagnarsi e meritarsi le cose che ottieni accettando la fatica. Non esistono ricette per imparare ad essere “bravi” genitori, ma dobbiamo capire che per “educazione” non si intende solo insegnare cose e comportamenti corretti o dare delle regole, ma anche insegnare a vivere, a scegliere e farcela da soli. La responsabilità non sta solo nel cambiare il pannolino fargli fare il ruttino dopo la poppata o fargli fare la nanna non sta solo nel portarli a scuola, fargli fare i compiti, fargli la doccia o da mangiare. La più grossa responsabilità di un genitore è dare al suo bambino dei principi talmente solidi che gli durino per tutta la vita talmente solidi da trapassarli da generazioni in generazioni.
La prima scuola dei bambini inizia a casa e i primi ad essere educati dobbiamo essere noi perché Madre e Padre rappresentano per i figli un modello a cui ispirarsi, sia pure inconsapevolmente. Proverò ad essere il più autorevole possibile e sempre meno autoritario o permissiva e lavorerò sempre più sul Rispetto, Qualità, Ascolto, Coerenza e Fiducia.
Quindi se mi chiedo se sono troppo dura con me stessa o pretendo troppo da lei la risposta è no assolutamente no
perché “I bambini sono la speranza del mondo”.

Manca sempre meno…

 

E pensare che in questa data ormai al posto di andare a newyork nella piccola vacanza che stiamo programmando potevamo prenotare i biglietti per Cuba e andar a trovare mio padre e i miei fratelli che sono due anni che non li vedo e subito dopo andare finalmente in Italia. Ma cé la siamo presa con comodo.Un anno fa potevamo fare tutti i tramiti migratori che stiamo facendo ora ma la verità è che non è stata pigrizia bensì tanta nostalgia e l’insicurezza che avevamo nel restare qui e progettare tutta una vita negli Stati Uniti.
In qualche modo ci sentivamo un pesce fuori d’acqua o degli eterni turisti come preferisco definirci, quindi che senso aveva portare avanti delle pratiche quando avevamo i piedi qui ma la testa altrove, senza dubbio non eravamo pronti per dire addio definitivamente alla vita in Italia. Le abitudine sono dure a morire. Ma eccoci qua… dopo due anni vissuti in pieno in questa città che ci ha accolti nel miglior modo e non possiamo far altro che ringraziare, abbiamo finalmente finito le pratiche per la greencard .
ormai non ci resta che aspettare. Finalmente la nostra testa e insieme a tutto il corpo anche se il cuore resta nella vera casa.

Adesso che ho fermato un attimo la scrittura per leggere e magari correggere qualche errore mi sono accorta che ho mangiato 12 biscotti al white fugge chunky della CHIPS AHOY! decisamente squisiti ma 80 calorie per biscotto 12×80 fanno 960 vale a dire un BigMac combo extra large con patatine fritte e coca cola senza ghiaccio… e sono solo le 9 e mezzo del mattino direi che vado a correre, oh cavoli io non corro…
vi abbraccio forte a tutte e grazie del tempo! a presto

 

Miss liberty e lo zio Sam

Es/

mi boda comienza…
En mayo 2014 yo, 24 años
la llegada de un correo de confirmación de vuelo en mi teléfono ha arruinado la sorpresa que muy mal mi “novio” estaba preparando, con algo de retraso debido a nosotros y un poco por el avión, a las 14 aterrizamos en “la fabulosa Las Vegas” calor del desierto y la ciudad vacía.
Sentado en la parte trasera de un taxi-bus fuimos al hotel que busque minuciosamente en el internet porque «él» con razón había pensado solo en el avión!
Flamingo hotel & Casino.

Desde nuestra habitación en el piso 14cessimo teníamos la vista más increíble, una pared de vidrio con un panorama completo de la ciudad, frente a nosotros el majestuoso Caesar palace _el de Hangover no es así? Me dijo
_exacto
Después de un poco de mimos y relax en la cama y una buena ducha caliente se eran las 7 y la pared de cristal de nuestro cuarto dejaba claro que la ciudad cambiaba. La ciudad caliente, aburrida y vacía del desierto había llegado a ser literalmente “The Entertainment capital of world. O como prefiere ser llamada por los juegos de azar legalizados, la disponibilidad de bebidas alcohólicas a cualquier hora del día o de noche la oficina de turismo y un que otra opción en términos de “entretenimiento para adultos la hacen literalmente la ciudad del pecado. The sin city Un espectáculo de luces nunca visto. La noche parecía día y la diversión era soberana.
A la mañana siguiente comimos en el buffet del hotel. el hotel parecía una mezcla entre un centro comercial y una discoteca, tiendas, multitudes de personas, chicas GoGo, música, alcohol, muchas máquinas expendedoras, los hombres que estaban bebiendo, jugando al poker durante todo el día. Piscinas llena de gente y la ciudad desierta otra vez.

Fue en una gira en medio de un pueblito fantasma después de ver una vieja iglesia, que hemos decidido que permitir a Elvis de casarnos no era una mala idea, tal vez en una capilla kitsch, no somos convencional, nunca lo hemos sido, la pasión loca por el jefe, la convivencia antes del matrimonio y el matrimonio después del embarazo. Partimos para una aventura en los Estados Unidos y no hemos vuelto a casa después de más de 2 años, hemos hecho una decisión importante pero esta es otra historia que ya conocen. Entonces casarse en las vegas en esas circunstancias era muy divertido y por qué no ,incluso romántico.

teníamos la capilla, el permiso, la fecha, el fotógrafo, los anillos, mis primos que viven en Las Vegas eran nuestros testimonios y mucho amor. nuestro paquete incluía un link permitiendo a parientes en el extranjero vernos en vivo desde sus computadoras tal vez derramar algunas lágrimas de felicidad como fue el caso de mi cuñada, todo estaba en orden, solo faltaba el toque final… Estábamos en las vegas y “lo que sucede en vegas, se queda en vegas” no nos casaríamos en la iglesia rodeado de amigos y familiares como consecuencia no me casaría con un vestido blanco. Estábamos en la ciudad del pecado, donde vimos la gente más extravagante posible. me atreví , por supuesto. Última parada antes del
_si, quiero
America Costumes & Theme WeddingS .

Estábamos cogidos mano en la mano. una delante del otro, mirándonos a los ojos. Aunque finalmente no nos casó Elvis bien si un George,
Miss Liberty y el tío Sam jueves a las 7 30, 29 mayo 2014 estaban felizmente casados.

It/

Ho pensato che fosse carino proseguire col “presentarmi” quindi continuo col raccontarvi del mio matrimonio nella città del peccato e approfittare dell’occasione per lasciarvi tutte le informazione che possono esservi utile se sognate di sposarvi (o risposarvi) nella città che non dorme mai…
Oltre alla esperienza matrimoniale di una settimana anche un piccolo tentativo di residenza nella piccola città c’e stata. La conosco come le mie tasche gia che non si può definire particolarmente vasta e perché come dice una mia cara amica
_sei dovuta volare oltre oceano per imparare a guidare.
I pochi mesi di esperienza in questa piccola città dello stato del Nevada mi ha permesso senza alcuno sforzo di prendere la patente e guidare e guidare felice come una bambina a cui danno un giocattolo nuovo.
∞∞∞∞∞∞∞∞∞

il mio Matrimonio inizia cosi…
A maggio del 2014 ho fatto 24 anni, l’arrivo di una email di conferma volo sul mio cellulare ha rovinato la sorpresa che poco accuratamente mio marito stava preparando, con tanto di ritardo un po per colpa nostra un po per l’aereo, alle 14 siamo atterrati a “the fabulous Las Vegas” faceva un caldo desertico che ti toglieva il fiato e la città, vuota.
Seduti nei posti posteriore di un bustaxi eravamo diretti all’albergo, il quale ho cercato meticolosamente su internet perché “lui” giustamente aveva pensato solo al volo. Flamingo, hotel & casinò. Ci ho messo poco a capire che qualsiasi hotel andava bene, consiglio vivamente di non commettere l’errore di pensare che se si cerca un albergo fuori dalla Strip (una lunga strada. Ai lati di essa sono presenti molti negozi, hotel e casinò.) più piccolo e meno lussuoso si va a risparmiare, in Vegas “il gioco sta nel gioco” Si sa che la Vegas è famosa per essere la capitale del divertimento, dello shopping e del gioco d’azzardo è una città basata sul vizio quindi dormire e mangiare è alla portata di tutti. Gli hotel quasi tutti sono delle repliche di qualche città o a tema la maggior parte fra i più famosi trovate
il Bellagio che cerca di imitare l’atmosfera delle ville del Lago di Como come principale attrazione ci sono le fontane danzanti come mi piace chiamarle.
Il Caesars Palace che è un casinò con ambientazione che si rifà all’epoca dell’impero romano al suo interno trovate una replica del Colosseo Romano dove la celebre cantante canadese Celine Dion si esibisce con il suo secondo residency show, Celine.
Il Mandalay Bay come tema principale, i tropici. Il Mandalay Bay contiene un enorme acquario – che si chiama “Shark reef” – dove si possono vedere varie specie di pesci tropicali, compresi enormi squali.
Il New york- New york che ha un facciata di elementi diversi che integra miniature di edifici emblematici di New York ed una piccola Statua della Libertà , il tutto avvolto dai binari di una montagna russa.
Il Paris Las vegas che è un grattacielo in bilico tra lo stile del romanticismo e neoclassicismo francese, accompagnato da una Tour Eiffel ed un Arc the Trionphe in miniatura.
The Venetian basato sul tema di Venezia ovviamente . Il complesso ha al suo interno canali d’acqua che ricreano l’atmosfera e gondolieri che permettono ai visitatori di girare in gondola per l’immenso complesso, che all’esterno riproduce Piazza San Carlo e l’annesso campanile. La cura dell’ambientazione è tale che anche il personale di sorveglianza è vestito addirittura con divise identiche a quelle dei carabinieri italiani.
Flamingo: mafioso per eccellenza. costruito per volere del gangster Bugsy Siegel e finanziato con il denaro delle Famiglie mafiose , il Flamingo è stato il terzo resort ad aprire sulla Strip e il più vecchio tra quelli ancora esistenti. Lo stile si basa su dell’art Deco di Miami e di south Beach.
The Mirage : che tra le sue maggiori attrazioni ha il vulcano artificiale, lo spettacolo LOVE (show tributo ai Beatles de Cirque du soleil, e il “White Tiger Habitat”, oltre alla più grande piscina di Las Vegas. Il Mirage è collegato da un tram gratuito al Treasure Island. ( Treasure Island Hotel and casino ha per tema l’isla del tesoro ogni sera all`esterno c’è uno spettacolo che riproduce una battaglia navale con un galeone dei pirati) Il tendone di fronte al Mirage è il più grande tendone free-standing nel mondo. A partire dalle ore 20 di ogni sera fino a mezzanotte il vulcano artificiale di fronte all’hotel erutta regolarmente ogni ora. tema: foresta pluviale.
Luxor hotel: è una piramide di vetro nero e acciaio alta 30 piani, con statue che imitano lo stile egizio del granito di Aswan ed una Sfinge. Dal tramonto all’alba un fascio di luce dalla punta della piramide è puntato verso il cielo. L’atrio dell’albergo è il più grande del genere al mondo.
MGM Grand: viene gestito dalla metro-golwyn-mayern si tengono spesso mega-concerti, incontri di boxe di rilevanza (celebre l’incontro fra Tyson e Holyfield in cui quest’ultimo fu morso ad un orecchio dal rivale). All’interno dell'”Hollywood Theatre” si esibiscono regolarmente l’illusionista, David Cooperfield , il cantane Tom Jones e lo spettacolo KÀ del Cirque du Soleil. È l’albergo con più posti letto di tutta Las Vegas. Al suo interno vi sono dei leoni (il simbolo dell’MGM Grand) protetti da pareti di cristallo che consentono di vederli nel loro habitat.
Stratosphere Las Vegas su cui svetta la più alta torre panoramica di tutti gli USA che fornisce una visione unica della città.
Circus-Circus il tema portante della struttura è il circo. Nel resort sono presenti ogni tipo di attrazioni circensi e giostre e gli spettacoli a tema sono eseguiti quotidianamente.
E altri ancora…
∞∞∞∞∞∞∞

Dalla nostra stanza nel 14cessimo piano avevamo la vista più bella, un muro di vetro che ci dava un panorama completo della città, difronte a noi il maestoso Caesars Palace! The Hangover (una notte da leoni)
_vero?
_si
Dopo un po di coccole e relax sul letto e una bella doccia calda si erano fatte le 7 e dal muro di vetro della nostra stanza si vedeva che la città mutava. La calda, noiosa e vuota città desertica era diventata letteralmente “The Entertainment Capital of the World” come l’ufficio del turismo preferisce che sia chiamata ma Il gioco d’azzardo legalizzato, la disponibilità di alcolici ad ogni ora del giorno e della notte ed una certa scelta in fatto di spettacoli “per adulti” fanno di lei ”The Sin City” letteralmente la città del peccato. Uno spettacolo di luci mai visto. La notte sembrava giorno e il divertimento rendeva sovrano.
La mattina dopo abbiamo mangiato nel buffet, l’albergo sembrava un mix fra un centro commerciale e una discoteca, negozi, folla di gente, cubiste, musica, alcool, macchinette tante macchinette, Uomini che bevevano, giocando a poker tutto il giorno, entrando e uscendo dall’albergo mi è capitato di vedere una signora seduta davanti ad una macchinetta nella stessa posizione per ore di fila. Piscine affollate ma la città nuovamente deserta. Durante il giorno il calore è nettamente insopportabile in quel periodo dell’anno, si resta in albergo o si va in piscina volentieri l’altra opzione sono i diversi tour . Ci sono molte cose da fare a Las Vegas anche se non si possono definire particolarmente economiche ma sicuramente la maggior parte sono da fare e da vedere al meno una volta nella vita. come i diversi tour al Grand Canyon e alla diga di Hoover da Las Vegas in elicottero o pullman, al Parco Nazionale di Zion e del Bryce o la Caccia ai fantasmi a Goodsprings, crociera sul lago mead, i diversi concerti e la vasta scelta di spettacoli soprattutto del Cirque du Soleil. Tenendo molto presente che è una città che non ti da la possibilità di annoiarti mai e ci sono molti spettacoli gratis all’interno dei casinò e gratis non è sinonimo di meno bello come l’attrazione principale dell’Hotel Bellagio che è certamente costituita dalle famose fontane, spettacolo di giochi d’acqua, luci e musica. Lo spettacolo, della durata di pochi minuti, si ripete ciclicamente durante il pomeriggio e sera, veramente bello e imperdibile!
È stato nel bel mezzo della caccia ai fantasmi dopo aver visto una vecchia chiesuccia, che abbiamo deciso che farci sposare da Elvis non era una brutta idea, magari in una cappella kitsch ,Non siamo una coppia convenzionale nn lo siamo mai stati,la passione folle per il capo, la convivenza prima del matrimonio e il matrimonio dopo la gravidanza lo dimostrano. Siamo partiti per una avventura negli Stati Uniti e non siamo ancora tornati a casa dopo più di 2 anni, abbiamo fatto una scelta importante ma questa è una altra storia che conoscete gia, quindi sposarci a las vegas date le circostanze era divertente e perché no, anche romantico.
Rientrati dal tour ci siamo informati…
Las vegas si può definire anche “ la capitale dei matrimoni” per la cifra esagerata di matrimoni civili celebrati ogni anno e sopratutto per la poca formalità burocratica e il grande risparmio economico.
c’e un incredibile incremento di “ wedding chapels” da laiche a religiose, cristiane o ebree ecc.
sinceramente c’e un vero business dietro a tutto questo, addirittura ci sono interi “pacchetti matrimoniali” includendo volo e albergo. La burocrazia per la cerimonia, i vestiti (in affitto) alloggio in altri hotel per gli invitati e l’intera organizzazione della cerimonia. Ogni grande albergo offre il “pacchetto matrimonio” a tema e non solo i grandi resort anche i piccoli imprenditori, come i ristoranti offrono una vasta scelta di “pacchetto matrimoniale “ …date spazio alla fantasia …
insomma, per tutta las Vegas c’è qualcuno che ti sposa e si sposa.
Ci hanno detto che per 100 dollari nel “wedding drive thru” potevi “baciare la sposa e vivere per sempre felice e contento” tipo Fast Food. Ho creduto mi prendessero in giro, poi ho capito che erano molto seri ma il nostro poco convenzionalismo non arriva a tanto.
Il tempo richiesto per la domanda per contrarre matrimonio è davvero poco. Si deve essere maggiorenne o nel caso di minorenni il consenso dei genitori o tutore legale anche se per alcune contee ci si può sposare a 16 o 17 anni.
Il matrimonio contratto a Las Vegas ha valore legale a tutti gli effetti sia negli Stati Uniti come in Italia che deve essere però, trascritto. Per contrarre matrimonio può bastare il proprio passaporto valido, il resto è compilare un foglio con informazione personale e l’auto-certificazione sotto la propria responsabilità dello stato civile libero presso Clark County Mariane License Bureau. 201 E Clark Ave, Las Vegas, NV 89101. Dalle 8 del mattino fino alla mezzanotte i sette giorni della settimana.

∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞

Avevamo la cappella, l’ora e la data fissata, il fotografo, gli anelli e tanto amore. il nostro pacchetto prevedeva anche un un link di visualizzazione permettendo ai parenti all’estero di guardarci dal computer in diretta magari versando qualche lacrimuccia di felicità come è stato il caso di mia cognata, era tutto in ordine, mancava solo il tocco finale … eravamo a Las vegas e “ciò che succede a las vegas, rimane a las vegas” non mi stavo sposando in chiesa circondata di amici e parenti di conseguenza non mi sarei sposata con un abito bianco. Eravamo nella città del peccato, dove ho visto la gente più stravagante possibile, volevo osare, ovvio che si. Ultima fermata prima del SI, America Costumes & Theme WeddingS .
Eravamo mano nella mano una davanti all’altro guardandoci negli occhi . Anche se alla fine non ci ha sposato Elvis bensì un certo George, Miss Liberty e Lo Zio Sam giovedì alle 7 e 30 di sera del 29 maggio del 2014 erano felicemente sposati.

image

“la nostalgia è una brutta bestia”

Già più di un anno è passato e posso quasi vedere le montagne innevate sulla mia finestra. Ci sono giorni in qui vorrei lasciarmi tutto alle spalle e tornare a casa insieme all’unica cosa che veramente mi importa “la mia famiglia” perché cambiare vita, iniziare da zero e affrontare quel che è sconosciuto a noi non è semplice per quanto meraviglioso sia il nuovo posto.
Ci sono giorni in cui affronto tutto con coraggio e molto entusiasmo che ritengo sia “il pepe della vita” pero La nostalgia è una brutta bestia. Magari vi chiedete per quale motivo nn torniamo indietro se ho tutti questi sentimenti ma la realtà è che i motivi per cui siamo qui sono ancora molto presenti. Sapete cosa mi manca tanto? Sono le cose più semplici, l’abitudine della domenica, mangiare il pollo arrosto con patate e chiachierarmela (spalare) con mia suocera e mia cognata, quella di andare da mia suocera che mi prepara il tacchino come solo lei sa farlo ( ora nn lo compra, finchè nn ritorno) perché si, io ho una suocera fantastica, e mi manca.
La colazione all’autogrill alle 2 di mattina briosh alla marmellata appena sfornata e cappuccio, un film al cinema allo stile italiano perché forse voi non sapete ma qui il cinema non è la stessa cosa. Mi manca casa, quella che abbiamo fatto a gusto e con tanto amore, quella dove abbiamo festeggiato il 1° anno della nana. Che vi dico ragazze sono una donna semplice che ama le cose semplice e si circonda di persone semplici